I pericoli del jogging

I pericoli del jogging sono sempre più frequenti perché ormai la corsa è diventato uno sport molto popolare. Vista la semplicità con cui si può iniziare molte persone hanno intrapreso questa attività. Una maglietta, dei pantaloncini e un paio di scarpe da ginnastica e si è subito pronti. Non occorre pagare nulla, non serve iscriversi come in palestra e non serve una visita medica. Ci si improvvisa runner non sapendo però che i pericoli del jogging sono dietro l’ angolo e i problemi alle articolazioni del piede e delle ginocchia presto o tardi, se non si seguono alcune precauzioni, compariranno.

i pericoli del jogging

Se vogliamo evitare i pericoli del jogging prendiamo prima di tutto in considerazione a che livello vogliamo portare la nostra attività: se il nostro esercizio si limita ad una piccola corsa di un’ ora per una o due volte alla settimana, quindi a livello amatoriale, grossi problemi non ce ne saranno. Se intendiamo invece prendere questo sport più seriamente allora alcune precauzioni andrebbero prese. Una visita dal medico è essenziale, quantomeno per escludere problemi di tipo cardiologico.

Un’ altro problema potrebbe passare per le ginocchia: chi ha problemi di ginocchio varo o valgo sappia che andrà incontro ad usura precoce della cartilagine in quanto l’articolazione lavora fuori il normale asse.

Un’ altro problema è sicuramente il peso corporeo. Il benessere ci ha portati ad assumere più calorie di quelle che riusciamo a bruciare e così tendiamo ad ingrassare. Correre per bruciare più calorie sarebbe un’ ottima idea ma le articolazioni di gambe e piedi sono messe a dura prova. Il sovrappeso si ripercuote su di esse. In questo caso sarebbe opportuno iniziare prima una buona dieta e portare il nostro peso nelle condizioni ottimali. Se i chili da perdere sono molti e la nostra forza di volontà è scarsa allora è meglio mettersi nelle mani di un buon dietologo che saprà consigliarci al meglio per risolvere il problema.

Indice di massa corporea

Anche il piede deve essere nelle condizioni ottimali prima di cominciare a correre. In presenza di un piede piatto con un abbassamento eccessivo della volta longitudinale, cominciare a fare jogging potrebbe essere pericoloso. Dopo pochi chilometri avremo seri problemi anche nella semplice deambulazione. Se il nostro problema è l’ opposto, cioè avere un piede cavo (e magari pronato) con una volta longitudinale molto accentuata, i punti di maggior carico saranno il tallone e i metatarsi e saranno le zone che probabilmente andranno incontro a dolori. Il problema può essere risolto utilizzando dei plantari. Quando l’ attività non è amatoriale ma più seria, il consiglio è di farsi fare dei buoni plantari su misura. Esistono vari materiali con cui possono essere confezionati in base alle attività che vorrete svolgere, al vostro peso e alla vostra patologia. Consultate un buon tecnico ortopedico che vi indicherà come farvi correre nel migliore dei modi.

TUTORI ORTOPEDICI

Esistono anche dei tutori per chi ha problemi alle ginocchia. Quando i legamenti sono fragili, magari in seguito a distorsioni o traumi, le ginocchiere hanno il compito di supplire la mancanza di stabilità. In commercio esistono vari supporti fatti in diversi materiali. Negli anni passati veniva molto usato il neoprene adesso invece sostituito da tessuti più performanti sia per la vestibilità che per la traspirabilità.

Ricordate che se il dolore persiste occorre abbandonare l’ attività per qualche tempo. Utilizzate il ghiacchio nel caso abbiate delle infiammazioni e consultate il vostro medico che vi prescriverà degli antinfiammatori.

Tag:, ,