La cervicalgia

La Cervicalgia

DEFINIZIONE

La cervicalgia è una patologia che colpisce le strutture muscolo scheletriche e nervose del collo. Il dolore può rimanere localizzato nella zona posteriore oppure può raggiungere anche le spalle e le braccia. Il dolore spesso diventa molto forte e impedisce al soggetto colpito di muovere correttamente il capo.

SINTOMI

I dolori principali si avvertono nella zona posteriore del collo. Quando la situazione diventa più complessa il dolore può raggiungere le spalle e le braccia con un fastidioso formicolio. Altre volte il dolore sale verso l’alto e colpisce la fronte e la zona intorno agli occhi.

A volte il dolore per la cervicale porta a forti mal di testa e a delle sensazioni di vertigini e annebbiamento della vista.

CAUSE

Traumi

I principali traumi che coinvolgono il collo sono i colpi di frusta. Un tamponamento in auto può causare un disallineamento vertebrale oppure una vera e propria frattura. In questo caso il soggetto deve essere immobilizzato immediatamente da personale medico e deve prestare la massima attenzione in quanto il rischio di seri danni è alto.

Quando il danno è invece più lieve si può indossare un semplice collare cervicale per eliminare il dolore causato da un eventuale strappo o uno stiramento.

Posizione errate

la cervicalgia

Le posizioni che favoriscono l’insorgere di questa patologia sono varie. Le più dannose sono quelle che si assumono quando si lavora davanti al computer o alla guida della propria autovettura. Anche l’uso di biciclette da corsa fa assumere al collo una posizione poco naturale e quindi favorisce l’insorgere di dolori.

Quando andiamo a letto dovremmo sempre avere un cuscino adatto contro la cervicale. Sono da evitare cuscini molto alti o rigidi perché fanno piegare eccessivamente il collo.

Prevenzione

Per evitare di avere problemi di cervicalgia possiamo adottare dei semplici comportamenti. In primo luogo è utile mantenere una postura corretta quando si lavora.

Inoltre possiamo cercare di fare degli esercizi di stretching per allungare e irrobustire i muscoli del tratto cervicale.
Evitare di sollevare carichi troppo pesanti.
Utilizzare sciarpe e abiti caldi durante i mesi invernali.

Rimedi

I collari morbidi sono un ottimo aiuto contro i dolori a livello cervicale. Sono semplici ausili anatomici la cui funzione è quindi quella di mantenere il collo nella giusta postura e di decontrarne la muscolatura. Vanno indossati per alcune ore durante la giornata, in particolare quando si guarda la televisione o si lavora al computer. Le taglie corrette vanno individuate in base alla circonferenza e all’altezza del collo. Fatevi consigliare il modello più appropriato dal vostro tecnico ortopedico di fiducia.

Se i dolori per la cervicale vi assillano la notte potete provare anche ad utilizzare un cuscino ortopedico specifico per la cervicale. In commercio ne esistono di vari materiali e forme. I migliori cuscini sono costruiti in lattice naturale ed hanno una forma ondulata per permettere al tratto cervicale di mantenere la corretta posizione quando siamo sdraiati. Per prevenire dolori alla schiena a livello lombare è utile usare anche materassi piuttosto rigidi.

la cervicalgia
La cervicalgia

Un altro metodo per risolvere i problemi di cervicale sono le trazioni. Utilizzando una particolare carrucola da appendere alla porta o all’anta di un armadio, possiamo distendere le vertebre cervicali aggiungendo dei pesi idonei. Il trattamento dura una quindicina di minuti e conviene fare un paio di sedute la settimana per avere buoni risultati.

Le tens invece sono un ottimo antidolorifico. Un piccolo apparecchio genera della corrente elettrica che viene trasmessa al collo grazie a degli elettrodi posizionati a fianco delle vertebre cervicali. Questa corrente fa generare al corpo delle endorfine che sono degli antidolorifici naturali creati dal nostro fisico. Anche in questo caso occorrono varie sedute perché se ne possano rilevare i primi risultati.

Quando il dolore è molto forte si può intervenire anche con l’ozonoterapia. Un medico specialista inietta dell’ozono tra una vertebra e l’altra. L’ozono andrà a combattere quelle sostanze che creano infiammazione e dolore. Anche qui servono diverse sedute per giovare dei primi risultati.

Trattamento farmacologico e chirurgico

I farmaci prescritti contro i dolori per la cervicale hanno la funzione di alleviarne i sintomi. Quindi nei casi più lievi vengono prescritti antidolorifici da assumere per via orale mentre nei casi più complicati sono consigliate iniezioni di analgesici o corticosteroidi.

Se i vari trattamenti hanno avuto esito negativo occorre intervenire a livello chirurgico. Sono indicate due strade a seconda della gravità della situazione: la discectomia per via percutanea o la discectomia antero – laterale. Con il primo trattamento si può eliminare per via endoscopica la protusione che comprime il nervo, con il secondo si sostituisce invece il disco con altro materiale osseo prelevato direttamente da un altro distretto corporeo del paziente.

Tag:, , , ,