Le calze antitrombosi

Le calze antitrombosi sono particolari tipi di calze elastiche utilizzate durante i decorsi post operatori di media e lunga durata. Vengono spesso indossate dopo interventi di protesizzazione del ginocchio o dell’ anca ma, se il paziente soffre di problemi circolatori, vengono consigliate anche per interventi che costringono ad un allettamento di più breve durata come può essere un’ operazione alla prostata o dopo un parto cesareo.

calze antitromboQueste calze servono per ridurre il rischio che si formino nel sangue i trombi che sono dei coaguli di globuli rossi, bianchi o piastrine. Si possono formare per diverse cause: una di queste può essere ad esempio la ridotta attività fisica. Il sangue rallenta la sua velocità e si “addensa” formando dei corpi ostruenti, molto pericolosi se entrano in circolo poichè possono causare infarti o ictus.

La funzione delle calze antitrombotiche è proprio quella di cercare di aumentare la velocità del sangue comprimendo l’ arto del paziente con una gradazione di 18 mmHg. Non vanno confuse con le calze a 140 denari classiche in quanto sono concepite per uno scopo diverso e quindi un tipo di tessitura differente.

Esistono in commercio tre tipi di calze antitrombosi: i gambaletti, le autoreggenti e i monocollant. I gambaletti partono dalla punta del piede ed arrivano fino a sotto il poplite ma vengono usati meno delle altre due tipologie in quanto è più facile che abbiano un effetto laccio e blocchino la circolazione piuttosto di favorirla. Le autoreggenti arrivano fin quasi all’ inguine e sono le più utilizzate. Hanno una banda siliconata nella parte superiore la cui funzione è quella di ancorare bene la calza alla gamba della persona. I monocollant invece non hanno la banda siliconata ma salgono più in alto con una prolunga di tessuto che abbraccia il fianco. In cima è posta una cinturina elastica da allacciare intorno all’ addome per evitare di far scendere la calza. calze antitromboI monocollant sono spesso consigliati al posto delle autoreggenti quando il paziente ha gambe molto magre e quindi il silicone non riesce a sostenere la calza, oppure quando le cosce del paziente sono molto robuste: in questo caso la parte superiore della calza tende ad arrotolarsi facendo un fastidioso, se non addirittura doloroso, laccio emostatico intorno all’ arto. Inoltre i monocollant vengono usati nel caso in cui la persona sia allergica al silicone. E’ consigliabile usare calze garantite latex free o meglio ancora, in caso di dubbi, la versione monocollant.

Queste calze vengono indossate bilateralmente per un paio di mesi, sia di giorno sia di notte, sia in stazione eretta sia supina. E’ importante averne a disposizione due paia in modo tale da non lasciare mai le gambe scoperte, neppure quando si procede al lavaggio, meglio se quotidiano, delle calze.

Queste calze vanno lavate a mano in acqua fredda con detergenti delicati anche se sono presenti macchie difficili da togliere come quelle di betadine. Per non rovinare le fibre elastiche è opportuno non strizzarle e quindi farle asciugare in orizzontale lontane da fonti di calore. Altri suggerimenti su come far meno fatica ad indossare le calze o altri consigli per la corretta manutenzione le potete trovare qui.

Per ottenere la taglia corretta è necessario prendere alcune misure: quelle fondamentali sono la circonferenza della caviglia appena sopra i malleoli e quella della coscia a livello prossimale. Alcune case produttrici richiedono anche la lunghezza della gamba in quanto hanno versioni sia per le persone più alte sia per quelle più basse.

Visita il nostro shop per trovare alcuni prodotti che possono essere utili in caso di operazioni.

9. Comments

  1. Andrea 11 giugno 2017 at 19:06 Rispondi

    Ho avuto un”intervento al.menisco al ginocchio destro devo mettere la calza antitrombo anche sulla gamba sinistra?

    • Cesare 12 giugno 2017 at 9:11 Rispondi

      Salve,
      si vanno indossate sia a destra che a sinistra.

  2. Sarah 6 ottobre 2017 at 15:01 Rispondi

    salve, a causa della compressione esercitata dal gambaletto è uscito del sangue dalla ferita post-operatoria. Ora cosa devo fare? La devo sostituire oppure no?
    p.s. la calza l’ho messa da 5 giorni

  3. Tiziana 5 febbraio 2018 at 19:09 Rispondi

    Io ho fatto la ricostruzione lac indosso le calze da 4 gg
    Ma noto che ho scarsa sensibilità sulle gambe…
    Posso toglierle per qualche Ora?

  4. Tiziana 5 febbraio 2018 at 19:09 Rispondi

    Scusate ricostruzione crociati anteriori

  5. Anna Maria papais 3 maggio 2018 at 19:06 Rispondi

    Salve ho subito un intervento ginecologico porto le calza da 10 g e faccio eparina, mi hanno detto che qualche ora le posso togluere, ma meglio toglierle e camminare o toglierle e stare con le gambe alte?

  6. Franco 28 giugno 2018 at 18:09 Rispondi

    Salve ho effettuato intervento a legamento crociato e menisco…per quanto le devo indossare? Fino a quando riprenderò a camminare?

  7. Daniele Magini 19 luglio 2018 at 0:23 Rispondi

    Sapete dirmi per quanto tempo?? vanno indossate dopo una chirurgia al menisco??

Tag:, , ,

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close