COME OTTENERE AUSILI TRAMITE IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Il servizio sanitario nazionale fornisce ausili a tutte le persone minorenni ed agli invalidi civili.
Sono vari gli articoli che la asst mette a disposizione dei propri utenti: si va dalle carrozzine ai deambulatori, dai corsetti alle scarpe ed ai plantari.

La burocrazia in Italia come sappiamo rende spesso difficile ottenere in breve tempo ciò che è un nostro diritto, ma grazie ad internet le cose stanno leggermente cambiando e migliorando. In Lombardia per esempio, le varie figure coinvolte nel processo di fornitura, cioè medico, paziente e ditte produttrici, possono comunicare tra loro attraverso una piattaforma software chiamata AssistantRL ed evitare passaggi e strade inutili per l’utente.

In attesa che la copertura del servizio informatico raggiunga l’intero territorio nazionale, i passaggi da seguire sono quattro:

  1. Visita medica
  2. Autorizzazione da parte della asst
  3. Consegna da parte del fornitore
  4. Collaudo

Quindi il primo step da effettuare per ottenere ausili tramite il servizio sanitario nazionale è farsi fare un’impegnativa dal medico curante per una visita specialistica.

La specialità del medico dipende dalla patologia del paziente. Possono essere interessati medici ortopedici, fisiatri, chirurghi o diabetologi, ecc..

ll medico specialista può essere un dipendente della asst oppure convenzionato con essa: egli fornirà all’utente un foglio (modello 03) con la richiesta per la fornitura dell’ausilio. L’elenco dei dispositivi fornibili tramite servizio sanitario nazionale è inserito nel Nomenclatore Tariffario delle Protesi. Ogni ausilio ha un codice identificativo e la ditta fornitrice dovrà nella costruzione dell’ ausilio rispettare scrupolosamente le normative indicate dal Nomenclatore.

Ottenuta la prescrizione dal medico specialista occorre successivamente avere l’autorizzazione da parte della asst: quest’ultima verificherà che il soggetto richiedente abbia tutte le caratteristiche necessarie per la fornitura. Occorre accertare se il soggetto è minorenne o invalido, verificarne il luogo di residenza o se sono passati i tempi minimi di rinnovo degli ausili.

Con terzo passaggio il paziente dovrà recarsi in un centro convenzionato con la asst per il ritiro dell’ausilio. Per i prodotti di serie, come possono essere carrozzine, stampelle o deambulatori, se già disponibili in negozio, potrà effettuare il ritiro immediato. Per gli articoli su misura invece occorrerà maggior tempo in quanto il tecnico ortopedico abilitato dovrà costruire il prodotto ad hoc per il suo cliente.

Una volta ritirato il prodotto, l’interessato dovrà andare nuovamente dal medico prescrittore per effettuare il collaudo: quest’ultimo passaggio consiste nel controllo da parte del medico affinché il prodotto consegnato sia corrispondente alla sua prescrizione e sia idoneo alle necessità e caratteristiche del paziente.

A seconda dei vari articoli, i tempi minimi di rinnovo possono cambiare. L’autorizzazione per la fornitura di una nuova carrozzina viene data ogni sette anni, i corsetti ogni tre. Le calzature ed i plantari invece ogni anno se il soggetto è deambulante o ogni diciotto mesi con soggetto costretto in carrozzina.

 

Tag:,

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close